Visualizza articoli per tag: partito democratico

ROMA - Si fa sempre più insistente l’ultimatum di Stefano Fassina di lasciare il Partito Democratico se non verrà modificata la riforma della scuola. Ieri davanti a Montecitorio l’esponente dem era stato preso di mira dai manifestanti che lo hanno incitato a lasciare il PD.

Pubblicato in Scuola
Mercoledì, 13 Maggio 2015 15:10

Reddito minimo, utopia o realtà?

ROMA - Ci sono due notizie che balzano alla nostra attenzione nel grigiore sciroccoso che avanza in questa stagione,  oscillando pericolosamente tra la primavera e la calda estate, e la prima viene da Cosenza e la seconda da un sito informativo che si chiama “Terre di America”. 

Pubblicato in Il punto

ROMA - Il mio è un messaggio per gli elettori del Pd e del centrosinistra: mi dispiace, per me, per voi. Mi dispiace deludere alcuni di voi e condividere la delusione di chi deluso e già da molto tempo.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Mercoledì, 06 Maggio 2015 14:56

Civati lascia il PD. Basta con il governo Renzi

ROMA - "Esco dal gruppo del Pd. Per coerenza con quello in cui credo e con il mandato che mi hanno dato gli elettori, non mi sento più di votare la fiducia al governo Renzi. La conseguenza è uscire dal gruppo". E' quanto trapelato in questi minuti da Pippo Civati che a breve si pronuncerà ufficialmente sulla decisione.

Pubblicato in Primo piano
Lunedì, 04 Maggio 2015 20:39

Italicum e' legge, 61 i no. I malumori restano

ROMA - "Impegno mantenuto". Cosìsulta Matteo Renzi  dopo il via libera definitivo dell'Italicum. Non nasconde la soddisfazione Maria Elena Boschi: "Missione compiuta". 

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Non è un caso se nella storia centocinquantenaria del Parlamento italiano, anche se in contesti diversi e assai distanti tra di loro, la fiducia in materia di legge elettorale sia stata messa poche volte. Ciò è avvenuto perché la legge elettorale è una materia che di per sé implica una convergenza più ampia di quella che è la maggioranza di governo e perché, insieme, si riconosce che il Parlamento è il primo titolare del potere di modificarla.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

ROMA - L'autoritarismo di Matteo Renzi, che caccia 10 dissidenti da una Commissione del Parlamento per sostiuirli con altrettanti "yesman", ha davvero qualcosa di aberrante. Altro che democrazia. Già si sapeva che di sinistra dentro il Partito Democratico ne era rimasta ben poca, ma arrivare a queste operazioni dentro un organismo istituzionale non si era ancora mai visto.

Pubblicato in Il punto

Una fase è finita. La minoranza cerca alternative al PD

Pubblicato in Primo piano
Mercoledì, 15 Aprile 2015 11:36

Italicum, Pd fa la conta. Scissione all’orizzonte?

ROMA - -Il Pd va alla conta sulla legge elettorale. "Dopo mesi di dibattiti e discussioni oggi si decide", ha detto ieri Renzi e a decidere sarà questa sera l''assemblea del gruppo alla Camera, che dovrà dire sì o no all''Italicum.

Pubblicato in Primo piano

ROMA -  La Direzione del Pd ha approvato la relazione di Matteo Renzi che - come sintetizzato dal presidente Matteo Orfini - dà "l'indicazione ai gruppi parlamentari di considerare accettabile il punto di equilibrio raggiunto" sull'Italicum "e non modificarlo".

Pubblicato in Primo piano

bianco.png