Sabato, 25 Aprile 2015 19:55

Al via NativeCicerone.com, la strada italiana al Social Travelling

Scritto da

NativeCicerone è la soluzione italiana per aumentare l’esperienza di viaggio grazie alla condivisione di Tour gratuiti finalizzati allo sviluppo di  amicizie Cross-Culturali ed allo scambio linguistico.

ROMA   — Partono oggi le iscrizioni a www.nativecicerone.com, il primo sito italiano di Social Travelling che connette Viaggiatori con comuni cittadini disponibili a fare da Cicerone per la propria città.

Sicuro, gratuito e facile da usare, NativeCicerone si rivolge principalmente ai viaggiatori solitari che sono in procinto di visitare una città straniera e permette loro di contattare le persone del luogo per organizzare un tour della città insieme.

NativeCicerone è un progetto senza scopo di lucro basato sul modello del Social Sharing che si pone come finalità lo sviluppo di amicizie cross-culturali, lo scambio linguistico ed il viaggio low cost.

Essere Cicerone significa condividere con il Viaggiatore - attraverso l'offerta di Tour -  luoghi, storie ed esperienze. Il Cicerone non è quindi una guida turistica professionista ma un nuovo amico da conoscere che offre i propri tour non per profitto ma per imparare le lingue o per il piacere di condividere esperienze con persone che provengono da diversi paesi.

I tour offerti dagli utenti sono rigorosamente individuali. Si ritiene che il rapporto one to one permetta un arricchimento reciproco rendendo quindi il viaggio un’esperienza sociale unica. 

Le esperienze offerte dal Cicerone sono gratuite (o, in taluni casi, supportate da mance volontarie).  Grazie ai meccanismi di condivisione e scambio, il classico tour in Vespa di Roma (cit. Vacanze Romane) su NativeCicerone potrà essere a costo zero mentre acquistato presso un’agenzia specializzata costerà oltre i 100 euro. L’opportunità di esercitare le lingue, fare conoscenze stimolanti e partecipare ad altri tour sono le ricompense che il Cicerone riceve per il tempo dedicato.

La caratteristica dei Tour offerti dal Cicerone è l’informalità. I Ciceroni non sapranno l’anno di costruzione della cattedrale ma potranno regalarvi l’esperienza di vivere la città dal punto di vista del nativo. NativeCicerone invita tutti i suoi utenti ad offrirsi come Cicerone perché si ritiene che non sia la conoscenza approfondita della città ad arricchire l’esperienza di viaggio ma l’incontro con la comunità locale. 

Le relazioni promosse da NativeCicerone sono genuine e spontanee: l’incontro tra il Cicerone ed il Viaggiatore si baserà sul reciproco piacere di conoscersi e di condividere momenti, luoghi ed esperienze. Per facilitare l’incontro tra il mondo dei viaggiatori e quello dei ciceroni ciascun utente sarà visibile con un profilo personale, completo di foto e breve biografia.

NativeCicerone è nato da un’idea di uno specialista in formazione e può essere considerato il modo più divertente per imparare nuove lingue ed aprire la mente a nuove esperienze culturali.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]