Mercoledì, 06 Giugno 2018 15:21

Il 2018 è l’Anno nazionale del cibo italiano

Scritto da

Lo hanno annunciato i Ministeri delle politiche agricole alimentari e forestali e dei beni culturali e del turismo Da gennaio sono in corso manifestazioni ed iniziative di enti legati alla cultura e alla tradizione enogastronomica dell’Italia.

Tutti gli eventi dell’Anno del cibo italiano sono connotati da un logo ufficiale. Si punta sulla valorizzazione dei riconoscimenti Unesco legati al cibo come la Dieta mediterranea, la vite ad alberello di Pantelleria, i paesaggi della Langhe Roero e Monferrato, Parma città creativa della gastronomia e dell’Arte del pizzaiolo napoletano iscritta di recente. Un focus specifico è dedicato alla lotta agli sprechi alimentari. Lo stretto legame tra cibo, arte e paesaggio è inoltre il cuore della strategia di promozione turistica che viene portata avanti. Ribadire il legame profondo tra cibo, paesaggio, identità, cultura dando avvio al nuovo progetto dei distretti del cibo. Sono continuamente coinvolti i protagonisti a partire da agricoltori, allevatori, pescatori, cuochi.   

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]