Visualizza articoli per tag: ELEZIONI

Giovedì, 02 Gennaio 2014 18:31

Riforme, Renzi accelera su quella elettorale

Fassina: “Dalla Segreteria Pd caricature distruttive sull’azione di Governo”

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - L’aspetto che rattrista maggiormente nell’annunciata sconfitta dell’SPD e del suo impalpabile candidato Steinbrück è che in essa non c’è nulla di ingiusto o di immeritato: la sinistra tedesca ha fatto di tutto per perdere e, alla fine, ha centrato il proprio obiettivo, ossia costringere la trionfante Cancelliera a venire a patti in una riedizione della Grosse Koalition.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

Per chi, come noi, ricorda bene le violenze e le repressioni messe in atto nel 2009 dal regime di Ahmadinejad, col plauso della suprema guida religiosa che domina in Iran dai tempi di Khomeini, è bellissimo poter commentare le immagini dei giovani riversatisi nelle strade di Teheran per festeggiare la vittoria elettorale del moderato Hassan Rohani.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Venerdì, 31 Maggio 2013 16:19

Non si vota più come una volta!

Ho appreso su FB che, per cercare di attenuare il crollo di consensi registrato nelle recenti elezioni amministrative, il guru delle stelle ha paragonato il recente voto di Roma con quello di cinque anni fa. Dal che risulterebbe uno strepitoso aumento del 222%! Solo un cialtrone come lui potrebbe essere capace di una cosa così azzardata.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

Alle elezioni comunali di  domenica  e lunedì ha votato il 62,38% degli elettori. Il dato è di quasi 15 punti percentuali inferiore rispetto alle precedenti elezioni. A Roma il calo più rilevante: ha votato un cittadino su due, il 52,8%, quasi 21 punti in meno del 2008, quando votò il 74,49% dell'elettorato.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Sono stati riaperti alle 7 di questa mattina i seggi per le elezioni comunali in 563 comuni. Si può votare fino alle 15

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Sono passati più di due mesi dalle elezioni e l’Italia ha finalmente un nuovo governo. Non è l’esecutivo che auspicavo. Vista l’impossibilità di dar vita a una vera maggioranza di cambiamento, a causa del deludente risultato elettorale del centrosinistra e dell’indisponibilità del Movimento 5 Stelle, avrei preferito un “governo del presidente”, di scopo, che avesse come base fondamentale il programma elaborato dai “saggi” e una durata limitata nel tempo e commisurata alla soluzione dei problemi.

Pubblicato in Il punto

ROMA - A Roma ci si gioca parecchio. Anzi, mai elezioni amministrative hanno avuto un peso nazionale come queste di fine maggio. Anche se i media fanno finta di nulla. Anche se la politica nazionale si sta incartando in un loop di veti incrociati che immobilizzano non solo il paese ma l’idea stessa di un paese nuovo, e alle elezioni su Roma non ci pensano proprio se non per trasferire lì brandelli di sterile conflitto.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Un lungo discorso,, puntiglioso, non formale, quello del Presidente della Repubblica che ha conferito a Pierluigi Bersani l’incarico di “ in continuità con eloquenti  precedenti, di verificare un sostegno parlamentare certo a un governo che abbia la fiducia della Camere”. In queste poche parole  Napolitano ha indicato una strada per dare un governo al Paese, ancora più difficile di quanto non poteva apparire.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Venerdì, 08 Marzo 2013 16:22

L’Italia ha la febbre alta

ROMA - La difficilissima situazione politica e istituzionale in cui ci siamo venuti a trovare dopo il risultato elettorale della scorsa settimana richiede al Pd - e al suo leader - grande senso di responsabilità e altrettanto coraggio.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

bianco.png