Visualizza articoli per tag: groundcare

Venerdì, 06 Febbraio 2015 14:43

Groundcare. Continua il dramma nel trasporto aereo

ROMA - E’ terminata l’estenuante “vicenda” della Groundcare spa in e.p. con l’acquisizione dei compendi aziendali,  oggetto di vendita fallimentare, da parte della società Aviation Services, fornitore di servizi di handling  già presente nell’aeroporto romano dal 2009.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - E’ un gesto disperato quello due dipendenti di Groundcare che  ieri pomeriggio hanno iniziato lo sciopero della fame davanti agli uffici direzionali della società Aeroporti di Roma e hanno trascorso la notte sul posto, riparandosi dal freddo e dalla pioggia con mezzi di fortuna.

Pubblicato in Lavoro

FIUMICINO - All'aeroporto di Fiumicino scoppia la protesta contro i licenziamneti della Groundcare società di handling che si occupava dei servizi di assistenza a terra, fallita nel maggio scorso e a regime di esercizio provvisorio. 

Pubblicato in Lavoro

 

ROMA- A pochi giorni dal “matrimonio” Arabo/Italiano dei cieli, l’ubriacatura dei media lascia spazio alla realtà che torna a farsi avanti prepotentemente. Migliaia di lavoratori di Alitalia (oltre 2000 tra licenziati e esternalizzati) resteranno a terra e andranno ad aggiungersi ad una lunga lista di esuberi e disoccupati del trasporto aereo.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

USB: Ci sono ombre sul futuro dei dipendenti e condizioni salariali capestro

Pubblicato in Lavoro
Etichettato sotto

ROMA - Si inasprisce ulteriormente lo scontro politico sulla manovra del governo Berlusconi. Il malcontento arriva perfino dentro la stessa maggioranza da dove si levano voci di contrarietà su questo provvedimento economico che rischia di sfociare in un vero e proprio "scontro istituzionale", come ha sostenuto Roberto Formigoni, il governatore della Lombardia. Polemiche soprattutto sulla dichiarazione dei redditi on line.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Dopo lo smentito riscatto della Naja e degli anni universitari i soldi arriveranno dalla lotta all'evasione. E' questa la linea intrapresa in 24 ore dal governo, dopo il dietrofront di ieri.Spunta così l'asso nella manica del ministro dell'Economia Giulio Tremonti e dal relatore Antonio Azzollini depositato in Senato, che con un colpo di  emendamento vorrebbero sbattere in galera chi evade le imposte per più di 3 milioni di euro. Mica bazzecole.
Un emendamento che oltre ad abbassare le soglie di evasione fiscale oltre le quali scatta così la reclusione, apre le porte dei carceri italiani già sovraffollate. Il problema è se ci saranno i posti disponibili tanto da poter contenere i nuovi clienti delle case circondariali.

Pubblicato in Primo piano

bianco.png