Giovedì, 01 Agosto 2019 21:57

Un mondo scomparso

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Contadini un mondo scomparso.

I “contadini che siamo stati.”

Abbiamo rimosso

la loro semplicità

come mangiavano

quando i piccoli

lavoravano con i grandi

quando le case erano povere

col tetto di paglia

il letto diviso 

con gli animali.

Il popolo rurale

dell’ottocento

sotto il segno 

delle malattie

della miseria 

oppresso subiva 

una sudditanza spietata

esisteva a fatica.

Insanabile frattura

di due mondi…

Il lato moderno 

chiede il prezzo più alto

e il sacrificio più duro.

Il contadino senza strumenti

per farsi conoscere

e voce per farsi ascoltare

veniva dimenticato.

Oggi dobbiamo capire

la sua importanza ne è in gioco

la nostra sopravvivenza

e la nostra dignità di uomini.

Mirella Narducci

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Vaccini Genetici: Una tecnologia da tenere d'occhio

La rivista di divulgazione "Scientific American" ha incluso i vaccini genetici nelle "Dieci tecnologie da tenere d'occhio". La ricerca di nuove strategie di vaccinazione deve tenere in considerazione non solo l'efficacia...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]