Lunedì, 17 Maggio 2021 12:11

Poeti, navigatori e santi

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Scrittori poeti 
siamo anche noi 
dei navigatori 
salpiamo con 
la nostra nave 
carica di fantasia 
per approdare 
in porti di carta bianca. 
La nostra mercanzia 
è fragile…nei mercati 
dell’immaginario 
ogni frase è di vetro sottile 
di ceramica trasparente. 
Sogni che si frantumano 
facilmente non durano 
nel tempo e una volta 
perduti non ce ne sono uguali. 
Il vento propizio soffia 
sulle nostre vele di seta 
e maestose odi si arrenano 
in lidi dove sommessamente 
nel silenzio vengono ascoltate.
 
Mirella Narducci
Altro in questa categoria: « La marea e l'amore Mistico asceta »