Visualizza articoli per tag: sel

ROMA - Il continuo flusso di notizie che si accavallano ormai da mesi riguardo la grande tragedia delle migliaia di morti nel Mediterraneo, e l'acuirsi dei conflitti che dal Maghreb al Medio Oriente , dalla Libia, alla Siria, all'Irak, fino all'Afghanistan e Yemen, e più a sud nell'Africa Subsahariana  chiamano Sinistra Ecologia e Libertà ad un'assunzione di responsabilità ed allo stesso tempo ad uno sforzo di elaborazione e proposta che siano ispirati a criteri fondati sul diritto internazionale e sui diritti umani.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - La sera del 25 giugno, presso la sede dell'Associazione DìGay Project (DGP) in via Costantino 82 (zona San Paolo), un gruppo di giovani romani tra i quindici e i quarant'anni ha fatto irruzione durante le prove teatrali del Laboratorio di Maria Chiara Cucinotta, lanciando escrementi, cassette di legno, bastoni, ortaggi al grido di: 'Vi diamo fuoco, froci di merda: meritate di morire'.

Pubblicato in Dazebao Roma
Etichettato sotto
Giovedì, 26 Giugno 2014 13:48

Essere o non Essere di SEL?

ROMA - “Resto o non resto? Questo è il problema”. Mentre gli esponenti di Sel cercano una risposta a questo dubbio amletico, il loro Leader, di fronte a una sempre più vasta migrazione di onorevoli da Sinistra Ecologia e Libertà, ha deciso ieri di presentare le dimissioni alla direzione del partito, dimissioni che sono state poi respinte. Una riunione durata circa quattro ore, in cui le parole di Nichi Vendola non sono state certo dolci come il miele: “Sel è viva e rilancia la propria azione politica, a iniziare dai ruoli di direzione e non salirà sul carro del vincitore perché il Paese ha bisogno di una sinistra autonoma e nemica del conformismo”. 

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA  «Il Documento di economia e finanza 2014 (Def), composto da oltre 1200 pagine, non dedica alcuna attenzione al comparto agricoltura e non affronta i nodi e la crisi del settore.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Primi passaggi parlamentari per l’Italicum e si affacciano i primi 25 falchi tiratori

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Martedì, 28 Gennaio 2014 18:04

Sel, in Europa con Tsipras. In Italia con Renzi?

ROMA - Il cielo grigio di Riccione è quasi una metafora per l’apertura del II congresso di Sel, “La Strada Giusta”, ma stretta e piena di ostacoli e, per una volta, l’appassionata relazione iniziale del Presidente Nichi Vendola sembra non bastare a diradare le nubi che si addensano sulla difficile situazione della Sinistra Italiana in cerca di una propria identità al di là delle tentazioni minoritarie e della spregiudicatezza della nuova politica post rottamazione targata Renzi. 

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Venerdì, 24 Gennaio 2014 19:47

Sel marca la propria indipendenza e aspetta Renzi

ROMA - Un video che ricorda Nelson Mandela, le note della V° sinfonia di Beethoven diretta da Abbado, un grande applauso e subito dopo le parole appassionate del leader Vendola. I 900 delegati di Sel si riuniscono a congresso a Riccione fino a domenica sera.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Tre giorni per ricostruire quella che un tempo chiamavano sinistra antagonista.  E' questo in sintesi l'obiettivo del II Congresso di Sinistra Ecologia e Libertà che inizia oggi a Riccione e terminerà domenica. Una tre giorni, durante i quali, come ha spiegato Ciccio Ferrara, coordinatore nazionale si tenterà di rilanciare Sel e la "costruzione di un campo vero del centrosinistra". "Ci sono tutte le possibilita' per farlo, - ha aggiunto Ferrara - , visto che non ci rassegniamo a finire nel Pd o a fare la sinistra di testimonianza". Ma non solo. Nell'agenda di Sel si affronteranno anche spinosi temi come quello che riguarda il partito e la sua collocazione nella compagine della sinistra europea e soprattutto, si discuterà del rapporto con il Partito Democratico. Atteso per domani anche Matteo Renzi, con il quale Nichi Vendola ha espresso l'interesse di aprire un dialogo. Difficile sarà, tuttavia, superare lo scoglio con il PD, che se da una parte garantirebbe a Sel di superare la soglia di sbarramento del 5 per cento in caso di elezioni, qualora la nuova proposta di legge elettorale dovesse passare, dall'altro la scelta di allearsi con il più grande partito del centro sinistra potrebbe abbattere l'autonomia politica dell'ultimo baluardo della sinistra radicale.

LA DIRETTA

 

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Martedì, 24 Dicembre 2013 14:51

Incendio distrugge il centro sociale 'La Strada'

ROMA - La scorsa notte un incendio ha distrutto il centro sociale 'La Strada' nel quartiere della Garbatella a Roma. Il rogo si è sviluppato dopo le tre di notte ed è partito dal magazzino dove era sistemata tutta l`attrezzatura per i concerti. Ad accorgersene sono stati gli stessi giovani del centro sociale che stavano tornando a Garbatella da una serata al Teatro Valle. 'La Stradà è uno dei più vecchi centri sociali romani, è aperto dal 1994. «Al momento non si esclude l'evento doloso e nemmeno il corto circuito».

Sono comunque diversi i locali che risultano al momento inagibili. In particolare la Scuola Popolare «Piero Bruno» e le scale di accesso all`osteria popolare «L`Ardente». Le fiamme sarebbero divampate in un magazzino, compromettendo la sala principale del Centro Sociale e il solaio della Scuola Popolare. 

Gli animatori dello spazio si dicono pronti a ripartire.«Porteremo fuori dal centro sociale le iniziative in programma per le prossime settimane». In una nota, Gianluca Peciola, capogruppo di Sel in Campidoglio, accorso sul luogo dell'incendio, ha dichiarato: «Questa notte il centro sociale La Strada è stato distrutto da un incendio. Un'esperienza fondamentale per la vita sociale politica e culturale del quartiere e della città ha subito gravissimi danni. Saremo in prima fila nei lavori di ricostruzione e come gruppo di Sinistra Ecologia e Libertà in Campidoglio lanciamo una sottoscrizione pubblica per ridare vita ad un progetto a cui la città deve molto. La Strada rinascerà perché la sua comunità è viva e costruisce futuro».

Si è espresso negli stessi termini anche  il coordinatore di Sel Roma area metropolitana, Maurizio Zammataro che ha dichiarato:  «Il centro sociale La Strada è sempre stato una risorsa per migliorare la vita dei cittadini romani. Esperienze come quella sono un vero e proprio antidoto democratico contro la frammentazione e la solitudine metropolitana. Per questo siamo molto preoccupati per il rogo che ha colpito questa notte il centro sociale. » «Seguiremo con grande attenzione l'evolversi della vicenda, anche per capire come sia potuto accadere che un presidio antifascista della città sia bruciato. Sinistra ecologia Libertà sarà vicina a quella esperienza e alla sua ricostruzione, perchè siamo profondamente convinti della necessità di esperienze sociali che agiscano per la trasformazione, esperienze di cui La Strada è uno dei migliori esempi» conclude Zammataro.

Pubblicato in Dazebao Roma
Etichettato sotto

ROMA - Partono in pompa magna le primarie del Partito democratico per la scelta dei candidati che potranno essere eletti in Parlamento.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Pagina 1 di 2