Lunedì, 10 Febbraio 2014 19:37

Meno prestiti e cala la produzione industriale. Dov’è la ripresa?

Scritto da

ROMA - Aumentano i crediti in sofferenza, continuano a scendere i prestiti a famiglie e imprese e sorprende, in negativo, l’andamento della produzione industriale che continua la fuga verso il basso, meno 3 per cento rispetto allo scorso anno. Con i numeri diffusi oggi da Istat e Bankitalia è davvero difficile credere a chi annuncia che la ripresa è dietro l’angolo.

Istat. In calo la produzione industriale

Secondo i dati Istat nel mese di dicembre 2013 l’indice della produzione industriale è diminuito dello 0,9% rispetto a novembre. Peggio ha fatto la media dell’intero anno 2013. La produzione è infatti scesa del 3,0% rispetto all’anno precedente. Sempre rispetto all’anno precedente l’unica variazione positiva è arrivata dal comparto dei beni intermedi (+5,6%). Segno meno per i beni strumentali (-5,6%), l’energia (-3,2%) e, in misura più contenuta, i beni di consumo (-1,0%).

Bankitalia. Giù impieghi e su le sofferenze

La Banca d'Italia ha diffuso oggi il Supplemento al Bollettino statistico su 'Indicatori monetari e finanziari' contenenti i dati principali riguardanti i bilanci bancari nel 2013. E non sono dati rassicuranti. Dalla parte delle fonti le banche accusano rallentamenti consistenti per depositi ed obbligazioni. A dicembre il tasso di crescita sui dodici mesi dei depositi del settore privato è infatti risultato pari al 2,3 per cento contro il 6,1 per cento di novembre mentre la raccolta obbligazionaria è diminuita dell'8,3 per cento sui dodici mesi, era -7,3 per cento a novembre.

Banche. Per gli impieghi continua il crollo

Per gli impieghi si può cominciare a parlare di crollo perenne, i prestiti al settore privato fanno segnare meno 3,8 per cento su base annua, era -4,3 per cento a novembre. Nell’anno i prestiti alle famiglie sono scesi dell'1,2 per cento, quelli alle società non finanziarie del 5,3 per cento.

Banche. Crediti insofferenza a livelli record

Le sofferenze bancarie arrivano a far registrare livelli record nel mese di dicembre 2013. Secondo gli uomini di Via Nazionale il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze è risultato pari al 24,6 per cento, era 22,7 per cento a novembre. Il totale dei prestiti in sofferenza ammonterebbe quindi alla cifra astronomica di circa 155 miliardi di euro contro i circa 149 miliardi del mese precedente. Spaventoso anche l’andamento annuale con le sofferenze che da inizio 2013 sono aumentate di oltre 30 miliardi di euro. A fine dicembre 2012 si attestavano infatti a circa 125 miliardi di euro.

Amerigo Rivieccio

Laureato in Economia Aziendale ed abilitato all'esercizio della professione di Promotore finanziario; dal 2001 sono contabile alla Camera dei deputati. Prima di approdare a Montecitorio sono stato ragioniere:
alla Presidenza del Consiglio; al Comune di Napoli; in una cava di inerti.
Ma sono stato anche Funzionario dell'Unione europea e arbitro nazionale di pallacanestro.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]