Giovedì, 19 Maggio 2016 13:09

Ata Hotel. Mancato l'accordo, 220 lavoratori licenziati Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Sì è conclusa con un mancato accordo la procedura di licenziamento collettivo avviata da ATA Hotels e relativa al personale delle strutture di proprietà di ENPAM/Antirion.

Sono 121 i lavoratori che saranno licenziati e tante strutture rimarranno chiuse.

Nello stesso modo si era conclusa lunedì scorso la procedura Arte Cleaning, con il licenziamento di altri 100 lavoratori operanti presso gli alberghi, in appalto.

“I licenziamenti sono oggi realtà, nonostante i tentativi delle organizzazioni sindacali e del Ministero del Lavoro di prolungare i tempi della procedura per individuare soluzioni alternative” afferma la Filcams Cgil Nazionale.

“Le iniziative promosse dal gruppo Unipol per evitare i licenziamenti coatti sono state risibili: pochissime proposte di ricollocazione e poche migliaia di euro per coloro che avessero espresso la volontà di non opporsi al licenziamento.”

Condizioni che la Filcams Cgil, insieme a Fisascat Cisl e Uiltucs, ha ritenuto offensive, e quindi non utili al raggiungimento di un accordo.

Speranze di rioccupazione concrete vengono da TH hotels, che subentra nella gestione del Planibel di Aosta e che ha avviato con Ata Hotels una procedura per la cessione di ramo di azienda.
Anche i lavoratori del Tanka Village dovrebbero tornare a operare nella struttura, in quanto Valtur si è impegnata a riassorbirli: ad oggi però nessuna accordo è stato sottoscritto.
Restano ancora senza prospettive le altre strutture alberghiere: Class, Executive, De Angelis e Villa Pamphili.
“Come Filcams continueremo il nostro impegno per cercare soluzioni, in quanto non crediamo che le strutture rimarranno chiuse.”
Il 18 maggio scorso, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno inviato una nuova comunicazione al fondo Antirion, in occasione del rinnovo dei suoi vertici, per ricordare gli impegni presi da Enpam sulla necessità di tenere in considerazione il tema occupazionale nell'affidamento delle strutture a nuovi gestori.
L'interesse a riaprire le strutture e a recuperare i lavoratori deve essere portato avanti anche dalle istituzioni, sia nazionali che locali, che fino adesso hanno svolto un ruolo troppo marginale” conclude la Filcams Cgil, “per adesso resta grande rabbia e amarezza per l'esito della trattativa sino ad ora, dove nessuno dei soggetti ha dimostrato responsabilità nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori.”

Read 1985 times Last modified on Giovedì, 19 Maggio 2016 17:02

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]