Giovedì, 04 Gennaio 2018 10:13

Il rapporto tra economia circolare, industria 4.0 e regolamento REACH

Scritto da

Video intervista al Prof. Luigi Campanella 

ROMA - Le occasioni da sfruttare in questa nuova era tecnologica sono molte. Industria 4.0 con la messa in comune delle conoscenze e dell’innovazione, il regolamento Reach, che dal prossimo giugno 2018 potrà portare nuove opportunità a tutela dell’ambiente e dell’uomo. E infine il concetto di economia circolare a vantaggio di una maggiore sicurezza e sostenibilità. E’ quanto approfondisce in questa video intervista il Prof. Luigi Campanella, a seguito del Convegno al CNR INSEAN organizzato da Labozeta Spa lo scorso ottobre.

“Industria 4.0  - ricorda Campanella -non è soltanto robotizzazione, digitalizzazione, informatizzazione delle  imprese, ma è anche una messa in comune di un sistema, ovvero il sistema della conoscenza”. In sintesi un sistema che, se messo in comune, produrrebbe frutti maggiori per la collettività.
 
IL VIDEO

 

 

(su gentile concessione di Labozeta Spa)

Alessandro Ambrosin

direttore responsabile

www.dazebaonews.it

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

WEB_300X300.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa è e a chi è utile

Liberare le potenzialità di una persona perché riesca a portare al massimo il suo rendimento; aiutarla ad apprendere piuttosto che limitarsi ad impartirle insegnamenti. ( Whitmore, 2006 ) 

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Enzo Tortora, un uomo perbene

Trent’anni fa moriva il popolare conduttore tv dopo una drammatica vicenda giudiziaria iniziata nel 1983  “Dunque, dove eravamo rimasti? Potrei dire moltissime cose e ne dirò poche. Una me la consentirete:...

Alessandro Ceccarelli - avatar Alessandro Ceccarelli

Un orto su Marte ci salverà

“Il mondo scientifico si sta preparando ad andare su Marte e in Italia si fa la guerra ai vaccini”. A dichiarare esplicitamente il paradosso è il responsabile del laboratorio di...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077