ECONOMIA
Mercoledì, 20 Ottobre 2010 17:21

Confindustria: ripresa fiacca. L'Italia perde competitività

Scritto da

ROMA - In Italia "la ripresa perde slancio, risentendo delle dinamiche internazionali". E' quanto si legge nella congiuntura flash di Confindustria. "Il rallentamento - spiega il Csc - durerà ancora almeno fino a fine 2010-inizio 2011, stando all'indice anticipatore Ocse, sceso in agosto (-0,2 punti) per il settimo mese di fila".

Lunedì, 18 Ottobre 2010 16:07

Bersani scrive a Tremonti: "Urgente la riforma del fisco"

Scritto da

ROMA - La riforma del fisco «è la più urgente» tra quelle da mettere in cantiere. È quanto afferma il segretario del Partito democratico, Pier Luigi Bersani, in una lettera inviata oggi al ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, allegando le proposte di riforma fiscale approvate dall'Assemblea nazionale del partito riunitasi a Varese l'8 e 9 ottobre.

ROMA - Un Consiglio dei Ministri durato mezz'ora, e con l'assenza del Presidente del Consiglio Berlusconi, ha approvato una finanziaria fatta di un solo articolo e di tabelle.

ROMA - Non prevede tempi felici la Banca centrale europea, che nel suo Bollettino mensile ricorda come “Le prospettive delle sedici economie dell'euro corrono dei rischi e permangono timori riguardo al riemergere di tensioni nei mercati finanziari".

Giovedì, 14 Ottobre 2010 14:50

Lavoro. Dati occupazione preoccupanti

Scritto da

ROMA - "Si conferma il dato gravissimo dell'occupazione, che arriva a colpire prevalentemente il lavoro a tempo indeterminato, e al quale va aggiunto il vasto bacino della cassa integrazione e del lavoro nero".

Giovedì, 14 Ottobre 2010 14:45

Crisi e disoccupazione, pagano le famiglie

Scritto da

ROMA - Le statistiche ufficiali parlano di 7 milioni e 810 mila poveri, pari al 13,1% della popolazione.

Giovedì, 14 Ottobre 2010 14:42

Precari in crescita

Scritto da

ROMA - Nel 2009 solo il 29% dei lavoratori del sistema bancario e' stato assunto con un contratto a tempo indeterminato, per un numero complessivo di lavoratori precari del credito che alla fine dell'anno scorso ammontava a 17.800, il 4,6% del totale.

bianco.png