ITALIA
Marco Bazzoni

Marco Bazzoni

Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la Sicurezza-Firenze

Domenica, 24 Aprile 2016 19:16

Le morti sul lavoro non indignano più

Venerdì 22 Aprile sono morti a Nola 2 operai, travolti da un Tir impazzito, mentre effettuavano lavori di manutenzione. Gli altri 3 operai che sono stati investiti si trovano in codice giallo all'ospedale. 

ROMA - Il 2015 si è appena concluso e ma come questo anno ci sono stati così tanti morti sul lavoro, tanto che se ne è accorta pure l'Inail che negli ultimi 10 anni aveva parlato di calo costante delle morti sul lavoro (siamo sicuri che ci sia mai stato o forse è più un problema di riconoscimento degli infortuni mortali).

Flavio Insinna, recita magistralmente la poesia "Morti bianche" di Carlo Soricelli, direttore dell'Osservatorio Indipendente di Bologna sulle morti sul lavoro

ROMA - L'Inail è l'Istituto Nazionale per gli Infortuni sul Lavoro. E' una forma di assicurazione pagata da tutti per tutelare quelli che secondo l'Articolo 1 della Costituzione sono i pilastri del nostro Paese: i lavoratori.

ROMA - Di seguito troverete la nota ufficiale dell'Ufficio Salute e Sicurezza sul Lavoro della Fiom Nazionale sugli infortuni sul lavoro, che critica duramente le recenti  dichiarazioni di Governo e dell'Inail, che parlano di dati ottimistici  e cita i dati dell'Osservatorio Indipendente di Bologna, diretto da Carlo Soricelli, che invece dimostra -  casomai qualcuno avesse ancora qualche dubbio -  che gli infortuni mortali sul lavoro sono in forte aumento rispetto al 2010.

Venerdì, 04 Marzo 2011 17:24

Morti sul lavoro. L'Inail da i numeri

ROMA - Oggi sono usciti i dati Inail, che rilevano che nel 2010 gli infortuni mortali sul lavoro sono scesi sotto quota 1000 (per essere esatti 980), con un calo del 6,9% rispetto agli infortuni mortali del 2009 (1053).

ROMA - E' una telefonata disperata quella di Rosario D'amico:suo padre Antonio D'Amico morì il 6 Marzo del 2002 allo Stabilimento Fiat di Pomigliano D'arco, schiacciato da un muletto guidato da un precario.        Giovedì 22 marzo 2012 è stata emessa la sentenza che ha prescritto il reato . Così la morte di Antonio D'amico resta impunita: insomma l'ennesimo scandalo.

ROMA - In questa Italia, può accadere, che mentre si lavora in nero in un'azienda di confezionamento di frutta e verdura, si venga schiacciati da un muletto, e che il tuo datore di lavoro, non si scomponga più di tanto, e ti regolarizzi, mezz'ora dopo.

ROMA - Oggi il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione della 61 giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro, ha inviato un messaggio al Presidente dell'Anmil, dicendo che "gli infortuni e le morti sul lavoro costituiscono un fenomeno sempre inaccettabile e che non può abbassarsi la guardia riducendo gli investimenti nel campo della prevenzione e della sicurezza sul lavoro".

ROMA - Altra giornata di lavoro nella penisola italiana, altro bollettino di guerra sul lavoro. Ieri ne sono morti 3, due operai e un impreditore edile. Questa strage quotidiana non stupisce più nessuno, e pochi hanno ancora la forza di indignarsi e reagire.

Pagina 1 di 2

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Cultura

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]