Visualizza articoli per tag: killer

ROMA - Sono ben tredici i delitti perpetrati all'ospedale di Piombino che hanno portato all’arresto un'infermiera professionale.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

TORINO - A distanza di 32 anni le indagini sull'omicidio del procuratore Bruno Caccia, avvenuto il 26 giugno 1983 nel capoluogo piemontese, potrebbero essere a una svolta.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Lunedì, 25 Agosto 2014 12:28

L’estate degli orrori

 

ROMA - Appena cinque mesi fa il ministro Angelino Alfano annunciava che gli omicidi nel primo bimestre del 2014 erano in calo, ma non i femminicidi. Stando infatti agli ultimi episodi di cronaca, sembra che quest’estate ci sia stata una vera e propria impennata di delitti violenti, che sempre più spesso vengono consumati tra le mura domestiche. Vittime le donne, che continuano a morire a decine, a centinaia.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA -  Ancora un femminicidio tremendamente brutale. Ancora una donna uccisa per mano di un assassino senza pietà.  Una donna decapitata a colpi di mannaia. Un gesto allucinante, scellerato e oltraggioso, consumato attraverso una modalità inspiegabilmente rabbiosa.  Il killer avrebbe colpito la vittima più volte con un coltello per poi finirla con la mannaia.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Continua la caccia a Bartolomeo Gagliano, il serial killer non rientrato nel carcere genovese di Marassi dopo un permesso. Sembra, tuttavia, che l'uomo di 55 anni, abbia lasciato una traccia in autostrada dopo essere fuggito a bordo di una Panda Van di colore verde rubata con la minaccia di una pistola al panettiere Maurizio Revelli.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Fra il 1983 e il 1993 in Italia le mafie uccisero diecimila persone. In Sicilia, Campania, Calabria e Puglia principalmente. Ma anche in altre zone del paese i boia procedettero tranquillamente nella loro contabilità di morte. Ce lo ricorda, spietatamente, Enrico Deaglio nel lbro “Raccolto Rosso” che quella strage ha cercato di raccontarci.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Sospeso il preside della scuola Morvillo Falcone. Il difensore di Vantaggiato pensa al ricorso

Pubblicato in Primo piano

Si procede per il reato di strage.  Forse un ex militare esperto di elettronica l'uomo che ha piazzato le bombole a gas. Tra le ipotesi il gesto di uno sconsiderato, ma potrebbe anche non aver agito da solo

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

TRIPOLI - Muammar Gheddafi è stato circondato dalle milizie del CNT, ed è solo una questione di tempo la sua cattura o uccisione. E' quanto ha annunciato a The Associated Press Anis Sharif, il portavoce delle forze armate del Consiglio nazionale di transizione (Cnt). Anche il ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, ha confermato la notizia. Durante la sua audizione davanti alle Commissione Esteri di Camera e Senato, Frattini ha dichiarato che Gheddafi "si troverebbe in un'area desertica della Libia di circa 60 chilometri quadrati circondata dalle milizie del CNT".

 

Pubblicato in Primo piano

LAMPEDUSA (AG) - Raramente ne sono arrivati così tanti tutti in una volta. Nel barcone che a 40 miglia dall'isola è stato soccorso da motovedette della Guardia Costiera, erano in 760, tra cui decine di donne e bambini.

Pubblicato in Primo piano
Pagina 1 di 2

bianco.png