Lunedì, 22 Settembre 2014 12:07

Avanzata dell’Isil. Miglaia di curdi in fuga dalla Siria. IL VIDEO

Scritto da

 

SURUC - Suruc, confine tra la Turchia e la Siria. Sono 100.000 i curdi che lo hanno varcato negli ultimi giorni, sotto la minaccia degli jihadisti dello Stato islamico. I numeri sono stati diffusi dall’Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite, su indicazioni del governo turco.

Venerdì la Turchia ha aperto i suoi valichi di frontiera ai curdi in fuga, ma domenica sono stati richiusi a causa di alcune tensioni. Il Pkk ha fatto appello a tutti i curdi di Turchia perché vadano a combattere contro gli jihadisti dello Stato islamico. In centinaia hanno già aderito negli scorsi giorni. “Ho portato qui la mia famiglia perché fosse al sicuro. Ora voglio tornare per combattere contro l’Isil e liberare i territori che sono stati conquistati. Sono le nostre terre” dice un rifugiato. Gli jihadisti assediano la città di Ain al-Arab, Kobané in lingua curda. La terza per dimensione della parte curda della Siria e che si trova non lontano dalla frontiera turca.

 

 

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

L’edificio sarà anche sede del Polo di Specializzazione Microinquinanti di Arpa Puglia, eccellenza nella determinazione dei composti organici persistenti (POP), e in particolar modo di PCB, diossine e IPA, in...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]