Mercoledì, 29 Ottobre 2014 17:46

Turchia, convogli varcano frontiera diretti a Kobane. IL VIDEO

Scritto da

 

KOBANE - Attesi da oltre una settimana, i primi miliziani curdo-iracheni hanno varcato la frontiera con la Turchia per raggiungere Kobane. Un convoglio composto da una quarantina di veicoli carichi di armi pesanti ha passato il posto di controllo di Habur, nel sud est della Turchia, accolto da centinaia di persone che sventolavano bandiere curde.

Un altro gruppo di peshmerga si è mosso in aereo. Partito da Erbil, in Iraq, è atterrato all’aereoporto turco di Sanliurfa. Da qui, tre autobus scortati da mezzi blindati dell’esercito di Ankara si sono mossi in direzione di Kobane. Nella città curdo-siriana, da 40 giorni sotto assedio dei miliziani dell’Isil, i combattimenti continuano. Il sedicente Stato Islamico, che già controlla tre punti di accesso a Kobane, mira a conquistare anche i quartieri settentrionali per bloccare i rifornimenti dalla Turchia. I raid aerei statunitensi si sono rivelati insufficenti a fermare l’avanzata degli jihadisti. In attesa dell’arrivo dei peshermga, anche un centinaio di membri dell’Esercito libero siriano si è diretto verso Kobane dalla Turchia.

 

 

Correlati

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]