Giovedì, 06 Novembre 2014 15:49

Turchia. La mente dell'attacco alle torri gemelli testimonial di cosmetici. Scoppia il caso

Scritto da

ISTANBUL - Chi ideò gli attacchi alle torri gemelle dell'11 settembre è diventato testimonial inconsapevole di un'azienda che produce prodotti per la depilazione. Il caso ha scatenato una pioggia di critiche sull'azienda turca che ha utilizzato una foto del pachistano Khalid Sheikh Mohammed, ora rinchiuso nel carcere di Guantanamo, per pubblicizzare le sue creme con tanto di slogan 'i peli non andranno via se continui ad aspettare!'. 

«Non sapevamo fosse un terrorista, abbiamo scelto la sua foto perchè è molto peloso e perchè quest'immagine gira molto sui siti satirici turchi», si è difeso Mehmet Can Yildiz, un responsabile dell'azienda, interpellato dal quotidiano turco Hurriyet. Secondo la sua spiegazione, l'azienda ha scoperto la foto di Khalid Sheikh Mohammed su «un social turco dove l'immagine era usata, accompagnata da didascalie spiritose, per fare battute sull'insonnia». «Non volevamo mandare nessun messaggio politico. Non immaginavamo potesse diventare una storia di portata internazionale. Lo abbiamo scelto per i suoi peli, non perchè è un terrorista», ha detto Yildiz.

Correlati

Cerca nel sito

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]