Venerdì, 31 Marzo 2017 12:57

Brexit: Ue esige progressi nelle negoziazioni

Scritto da

MILANO - L'Unione europea intavolera' discussioni preparatorie sulle future relazioni con la Gran Bretagna, ma solamente quando saranno gia' stati compiuti 'progressi sufficienti' sull'accordo che regola il divorzio del Paese dall'Unione europea.

I 27 Paesi Ue sono pronti a stabilire nell'ambito delle discussioni preliminari 'disposizioni transitorie' per limitare l'incertezza post Brexit. E' quanto emerge dai documenti che il presidente del Cosiglio europeo, Donald Tusk si appresta a presentare a Malta.

Il progetto di orientamento delle negoziazioni dovra' essere adottato dai dirigenti dei 27 fedeli all'Europa in seno a un summit in calendario il prossimo 29 aprile. Dai documenti che oggi presenta Tusk a Malta emerge che i 27 si propongono un approccio scaglionato, mettendo l'accento, in un primo momento, sulla necessita' di concentrarsi esclusivamente sui negoziati per regolare il divorzio. Discussioni per stabilire i rapporti futuri 'potranno essere aperte dopo che siano stati raggiunti risultati sufficienti nella prima fase per ottenere un accordo soddisfacente sulle modalita' di un'uscita ordinata'.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]