Visualizza articoli per tag: chiti

 

ROMA- Non esiste una democrazia senza cittadini. Compito nostro dovrebbe essere quello di collegare la democrazia rappresentativa ad esperienze e a volontà di partecipazione, non di chiuderla in piccole stanze di addetti ai lavori.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

Chiti. Garantire il diritto dei cittadini a esprimere  i propri rappresentanti

Pubblicato in Primo piano

Il dissenso vale anche in Commissione 

ROMA -  I senatori del Pd autosospesi  in seguito alla “epurazione” di Vannino Chiti e Corradino Mineo dalla Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama, sostituiti perché in dissenso con la proposta di legge sulla riferma del Senato, hanno deciso di riprendere il lavoro nel gruppo a conclusione di incontri e colloqui in particolare con il capogruppo Zanda ritenuti positivi.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Venerdì, 11 Aprile 2014 20:31

Con Chiti, senza se e senza ma

ROMA - Trovo abbastanza incredibile il clima conformista e intimidito che in molti, nel Partito Democratico, hanno assunto a fronte del progetto di riforma costituzionale. Capisco quando Matteo Renzi chiede coesione e compattezza sull'azione di Governo: per ottenerla bisognerebbe, anche su materie economiche e sociali, ascoltare di più tutte le opinioni. Ma non capisco sinceramente il clima intimidatorio che si è creato alla Camera in occasione della discussione sull'Italicum, che ha visto anche la minoranza del PD sostanzialmente subalterna e incapace di un'iniziativa significativa. E ancor di meno capisco il clima che si sta creando al Senato, o le parole di dileggio dei “professori” che il Segretario-Premier ha pronunciato alla Direzione. 

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Pressing  sui ventidue senatori del Pd, primo firmatario Vannino Chiti,  “rei“ di aver presentato un disegno di legge sulla riforma del Senato  diverso da quello  che  è il risultato dell’accordo fra Renzi e Berlusconi sul quale si sta discutendo, diciamo animatamente in questi giorni, con scambio di accuse fra il premier  e Brunetta in particolare.  Il problema è chi non rispetta  il famoso patto di cui, a dire di Brunetta, esiste un testo scritto che, sarebbe l’ora venisse reso noto.

Pubblicato in Primo piano

bianco.png