Visualizza articoli per tag: RECENSIONE

Eduard Limonov, pseudonimo di Eduard Veniaminovich Savenko, è uno scrittore e politico russo, dalla personalità tanto complessa da essersi guadagnato in vita una biografia di Emmanuel Carrère, nella quale lui non si riconosce.

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

“Hereditary” è il primo lungometraggio del regista, sceneggiatore e scrittore Ari Aster, che al suo attivo ha una serie di documentari e un romanzo, Sammy Barthowe At Your Service!,arrivato finalista allo Starcherone Prize for Innovative Fiction. Confezionato con esperienza tecnica, l’opera non stupisce e la trama ricorda tipici ingredienti del filone.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

Cosa si cela nel cuore di una giovane donna che programmi di farsi esplodere all’interno dell’ambasciata di Damasco? Nelle vene di un ulivo, che distrattamente consideriamo cosa, ed è invece creatura viva, “Tutt’uno” a noi correlato? Cosa nelle lacrime di sofferenza di un migrante che vive nei sogni di chi lo ama? In una giovane prostituta di Bogotà?  Attraverso quali vie l’amore, di cui l’omosessualità è solo una delle infinite espressioni, riproduce la vita? 

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

Dopo i fatti dell’11 settembre l’occidente, e l’America in particolare, sono profondamente scossi. Il film di Nicolai Fuglsig racconta, usando la retorica, un episodio realmente accaduto, nel quale 12 coraggiosi membri delle Forze Speciali dell’esercito americano, conosciuti come Berretti Verdi, si offrirono volontari per andare in Afghanistan al contrattacco di Al-Qaeda. Erano Mitch Nelson e i suoi  uomini che a fianco di Abdul Rashid Dostum, signore Uzbeko della guerra, tentarono di ricostruire l’alleanza del nord a fine antitalebano.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

Negli anni sessanta si parlava di “fantasia al potere”: nel campo dell’arte lo è stata davvero? In Corpo a corpo. Estetica e politica nell’arte italiana degli anni Sessanta” di Carlotta Sylos Calò, edito da Quodlibet Studio, si cerca di dimostrare che questo è realmente accaduto, anche se per un breve periodo di tempo.

Pubblicato in Il libro
Etichettato sotto

Cosimo Terlizzi, nato nel 1973 a Bitonto (Bari),  ha sviluppato la sua creatività con l’uso di diversi media, dalla fotografia alla performance, alla video arte. Le sue opere sono state esposte nei musei, tra cui: la Galleria d’Arte Moderna di Bologna, la Fondazione Merz di Torino, la Galleria Civica d’Arte Contemporanea di Trento, il MACRO di Roma, il National Museum of Breslavia in Polonia, la Galerie C di Neuchâtel. Ha realizzato, tra l’altro, il documentario naturalistico Murgia, un cult movie indipendente tra i più premiati in Italia. 

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

Giglia Tedesco, nata nel 1926 e scomparsa nel 2007, è tra coloro che maggiormente hanno contribuito alle conquiste civili del nostro paese, in particole quelle riguardanti i diritti della famiglia e della donna.

Pubblicato in Il libro
Etichettato sotto

“Malati di sesso” ha per protagonisti due amici Giacomo (Francesco Apolloni) e Livio (Fabio Troiano), due amiche Giovanna (Gaia Bermani Amaral) ed Eleonora (Elettra Capuano), giovani fra i trenta e i quaranta, un’età in cui si attraversa la vita senza rete e le mete non sono scontate.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

Opera prima del regista Simone Spada con un cast eccezionale

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

CANNES (nostro inviato) -  Grans o anche Border, ovvero Confine, opera seconda dell’iraniano Ali Abbasi, ha vinto il premio quale miglior film nella sezione parallela “Un certain regard”. 

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

bianco.png