Giovedì, 15 Ottobre 2015 13:31

Blitz studenti a Bankitalia. "#Siamo in credito iniziamo a riscuotere"

Scritto da

ROMA - Nel giorno in cui si riunisce il Consiglio dei Ministri alle 12.30 per definire la proposta di Legge di Stabilità, la Rete della Conoscenza ha fatto un blitz a Bankitalia per presentare la piattaforma studentesca su welfare e fiscalità "#SiamoInCredito Iniziamo a riscuotere. Riconvertire il Paese, redistribuire la ricchezza, costruire la democrazia".



"Da oggi vogliamo iniziare a riscuotere dopo aver perso ogni diritto e tutela a causa del regime di austerità di questi anni. " - dichiara Riccardo Laterza, Portavoce nazionale Rete della Conoscenza - "Lanciamo la nostra piattaforma su welfare e fiscalità per garantire, attraverso la fiscalità generale, una forma universale di reddito contro il ricatto della precarietà, maggiori tutele sul lavoro, istruzione gratuita per tutte e tutti, un Paese che riparta dall'innovazione e dallo sviluppo sostenibile, minore pressione fiscale sul lavoro e tassazione progressiva della ricchezza e dei grandi patrimoni"

"Il Governo, va nella direzione opposta rispetto a quella da noi tracciata" - continua la Rete della Conoscenza - "favorendo evasione e speculazione, elargendo alle imprese sgravi fiscali non vincolati ad obiettivi sociali, eliminando le tasse sulle case di lusso e utilizzando l'abolizione di quelle sulla prima abitazione come specchietto per le allodole a livello mediatico senza favorire una reale redistribuzione della ricchezza. Siamo in un Paese con tassi di disuguaglianza più alti in Europa, bisogna ripartire dal welfare individuale contro l'esclusione sociale, mentre le misure che intende approvare il Governo contro la povertà, a partire dalla nuova social card per le famiglie più bisognose, risultano residuali, paternaliste e incapaci di cogliere la dimensione più ampia del fenomeno dell'impoverimento sociale."

"Non accettiamo il ricatto del debito, né il mantra dei vincoli imposti dall'Europa" - conclude Laterza - "Al contrario diciamo chiaramente che siamo in credito di diritti, welfare, democrazia e che intendiamo iniziare a riscuotere, a partire da una riforma del fisco e del welfare che introduca un reddito di dignità con risorse da ricavare dalla fiscalità generale: per questo saremo in piazza in tutta Italia il 17 ottobre, giornata mondiale per l'eradicazione della povertà, aderendo alla mobilitazione lanciata dalla campagna Miseria Ladra."


bianco.png