Venerdì, 05 Maggio 2017 19:34

Tennis. Schiavone in finale con il busto

Scritto da

RABAT (MAROCCO) - Francesca Schiavone piu' forte anche del mal di schiena, capace di raggiungere una finale indossando per tutta la settimana un 'busto' tutt'altro che comodo per giocare a tennis.

E' successo al "Grand Prix de SAR La Princesse Lalla Meryem", torneo Wta International da 250mila dollari di montepremi in corso sui campi in terra rossa di Rabat, in Marocco. In semifinale la 36enne milanese, numero 100 Wta, in gara con una wild card, ha sconfitto per 7-5 6-4, in poco piu' di due ore di gioco, la statunitense Varvara Lepchenko, numero 73 Wta. Per l'azzurra si tratta del nono match vinto consecutivamente (record per lei) visto che prima di Rabat a meta' aprile aveva conquistato il titolo a Bogota': quella di sabato sara' la finale numero 20 in carriera. "Non mi sento benissimo, sono davvero stanca - ha detto la 'Leonessa' a fine match - Ho continuato nonostante il dolore alla schiena. Contro Pavlyuchenkova sara' difficile: lei e' molto solida, e' cresciuta tanto negli ultimi due anni. Ma spero comunque di divertirmi perche' il pubblico mi ama e questo e' una grande forza per me. Forse piace il mio gioco un po' diverso dalle altre". Nel bilancio dei precedenti la russa e' in vantaggio per 4-3 e si e' aggiudicata le ultime tre sfide. Per la 26enne di Samara e' la finale numero 15 in carriera: 7 i titoli vinti, l'ultimo il mese scorso a Monterrey. Fuori in semifinale, invece, Sara Errani: la 30enne romagnola, numero 102 Wta, non e' riuscita a sovvertire il pronostico contro la russa Anastasia Pavlyuchenkova, numero 16 del ranking mondiale e prima favorita del tabellone: 6-4 6-0 il punteggio, in un'ora e 17 minuti, in favore della 25enne di Samara, capace di ottenere il quarto successo su sei confronti diretti. 

Correlati

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Rapporto Human Rights Watch sul Covid-19: “Chiunque trovi il vaccino deve con…

Rapporto Human Rights Watch sul Covid-19:  “Chiunque trovi il vaccino deve condividerlo"

Trasparenza, cooperazione globale e responsabilità per una cura alla portata di tutti. I governi dovrebbero massimizzare l'accesso al vaccino Covid-19 e garantirlo economicamente alle persone in tutto il mondo, ma altresì...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Lo schermo dell’arte. “Spit earth: who is Jordan Wolfson?”, documentario s…

Lo schermo dell’arte. “Spit earth: who is Jordan Wolfson?”, documentario su uno scultore dalla personalità complessa

Suo grande cruccio è non essere (ancora?) stato inserito alla Biennale di Venezia, ma Jordan Wolfson, è oggi uno degli artisti più controversi e famosi a causa di opere, inquietanti...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]