Roberto Bertoni

Roberto Bertoni

URL del sito web: http://www.dazebaonews.it
Giovedì, 06 Aprile 2017 12:26

Sarajevo venticinque anni dopo

Il "Secolo breve" di cui parlava Hobsbawm nella sua monumentale opera nacque e morì a Sarajevo. Iniziò nei Balcani il 28 giugno 1914, con l'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Austria e di sua moglie ad opera di un giovane irredentista serbo di nome Gavrilo Princip, e finì a Sarajevo con l'assedio e la conseguente distruzione di una città che è sempre stata il crocevia di razze, etnie, religioni, culture, aspirazioni e speranze eterogenee.

Domenica, 02 Aprile 2017 18:48

Evtušenko nel segno di Molnár

ROMA - Controverso e spigoloso Evtušenko, lineare e quasi fanciullesco Molnár. Il primo lo abbiamo salutato ieri all'età di ottantaquattro anni, il secondo ci ha lasciato esattamente sessantacinque anni fa, il 2 aprile del '52, all'età di settantaquattro. 

Lunedì, 27 Marzo 2017 16:46

Tornano i motori: sarà grande Italia?

Vettel primo in Australia all'esordio del nuovo Mondiale di Formula 1, Dovizioso e Rossi sul podio del Qatar all'esordio del Mondiale della Moto GP, dietro al bravissimo Viñales, compagno di scuderia di Valentino alla Yamaha; senza dimenticare il non meno valido Franco Morbidelli, ventiduenne romano che ha vinto il suo primo gran premio in Moto 2.

Domenica, 26 Marzo 2017 22:00

Enrico Letta, l'eurottimista critico

Riflessioni sul nuovo libro di Enrico Letta e sul futuro dell'Europa

Venerdì, 24 Marzo 2017 11:33

Tortorella e Milian: le due Italie

Se n'è andato a ottantanove anni Cino Tortorella, per tutti Mago Zurlì, simbolo dell'Italia dello Zecchino d'Oro, di quell'Italia bonaria, dolce e spensierata che cercò, nel dopoguerra, di ripartire e tornare alla normalità e vi riuscì con incredibile bravura, consentendo alle nuove generazioni di vivere un'infanzia serena, una giovinezza all'insegna della speranza e una vita adulta caratterizzata da un lavoro sicuro e da solide prospettive per il futuro. 

Giovedì, 23 Marzo 2017 15:43

Articolo Uno fra memoria e futuro

Un Tempio di Adriano listato virtualmente a lutto, uno Speranza umanissimo che si domanda se sia stato giusto convocare una riunione così importante in un momento in cui il cuore di tutti è pervaso dalla scomparsa di un padre nobile della sinistra come Alfredo Reichlin, un senso di spaesamento collettivo e il desiderio, la necessità, il disperato bisogno, tuttavia, di guardare avanti: questa è stata l'assemblea costitutiva di Articolo Uno, con annessa presentazione del simbolo. 

Mercoledì, 22 Marzo 2017 11:01

Alfredo Reichlin, l'ultimo berlingueriano

Ora che il viaggio si è concluso per sempre e il partigiano Reichlin ci ha lasciato, ci vien voglia di immaginare che, in realtà, si sia solo spostato un po' più in là, alla ricerca di nuovi ideali, di nuove passioni civili, di nuove speranze da coltivare e di nuove emozioni da vivere e condividere con quella vasta comunità della sinistra che è stata, in fondo, la sua stessa vita. 

Possiamo tirare un sospiro di sollievo, certo: una vittoria di Wilders, pur con la certezza che non avrebbe mai potuto governare da solo, avrebbe infatti inviato un segnale micidiale ad un Vecchio Continente già squassato dai venti di crisi e dalle innumerevoli difficoltà in cui versano democrazie messe alla prova da un cambiamento epocale di paradigma che ha minato alle fondamenta ogni nostra certezza.

Un sabato romano con un venticello pungente ma, comunque, gradevole e assolato, un teatro, il Brancaccio, situato nella via del celebre romanzo di Carlo Emilio Gadda e un mondo, quello della sinistra ulivista, che si ritrova finalmente unito, grazie alle doti di federatore dell'ex sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. 

Mercoledì, 08 Marzo 2017 09:53

Bebe e Carolina, nel segno delle donne

8 marzo, Festa della donna: una ricorrenza simbolica di grande impatto sull'opinione pubblica, nata da una tragedia e, dunque, specie di questi tempi, da celebrare con il dovuto rispetto e con la massima attenzione. 

bianco.png