Visualizza articoli per tag: MAFIE

Venerdì, 20 Ottobre 2017 13:28

Il quarto livello delle mafie

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: "Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono forse punti di collegamento tra i vertici di Cosa Nostra e centri occulti di potere che hanno altri interessi.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

Peppino Impastato con veemenza era solito dire che noi tutti ci dobbiamo ribellare alla mafia.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Campagna 'Io riattivo il lavoro' consegna lunedì 3 giugno alla Camera firme a sostegno legge di iniziativa popolare per la tutela dei lavoratori delle aziende confiscate alle mafie.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Pietro Folena, Presidente dell’Associazione MetaMorfosi: "Vedere da vicino un capolavoro di Michelangelo. un’occasione emozionante di riflessione, di studio, di impegno"

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

 ROMA - Prosegue la campagna "Io Riattivo il Lavoro", promossa dalla CGIL.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Ad oltre trent’anni dall’entrata in vigore della legge Rognoni - La Torre,  sono migliaia i  beni sequestrati  e confiscati alle mafie, beni mobili e immobili, aziende industriali, agricole e commerciali che attualmente sono nelle disponibilità  dello Stato e di altre amministrazioni pubbliche.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Un regalo alle mafie

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

MILANO – Mentre il governo è strenuamente impegnato per sabotare i referendum, cioè uno strumento di quella “volontà popolare” che i berlusconiani reclamano soltanto quando fa comodo a loro, nella capitale meneghina il Pdl è dilaniato dal caso Lassini, l’autore dei manifesti-vergogna che incitavano a cacciare le “Br dalle Procure”. Dopo il monito del Presidente Napolitano, le dimissioni del deplorevole artefice di una campagna vergognosa, il ramo di azienda del premier si spacca a metà, come una mela fra coloro che sostengono Lassini e coloro che invece deprecano il suo atto.

Pubblicato in Primo piano

bianco.png